Info utili

Arrivati a Domodossola dal resto del mondo, puntate dritto verso nord, in quella lingua di Piemonte che s’incunea tra la Svizzera tedesca e quella italiana, che il fiume Toce percorre in senso inverso costellandola di spettacolari cascate e affascinanti centrali idroelettriche.
Il primo comune che incontrate dopo la galleria di Pontemaglio – che separa fisicamente e climaticamente le Valli Antigorio e Formazza dal resto del Belpaese – è Crodo, preceduto dal piccolo abitato di Rencio Inferiore (406 metri s.l.m.) dove vi dà il benvenuto il primo Presepe sull’acqua del percorso che ne raggruppa oltre quaranta, salendo fino ai 1217 metri di altitudine di Foppiano sul versante ovest e ai 685 di Maglioggio sul versante est della Valle.

Scarica la nostra App ufficiale per Android!
Grazie alla realtà aumentata potrai viaggiare da un presepe all’altro senza il rischio di perderne neppure uno!

app_presepi

Il percorso è lungo oltre 15 chilometri e, partendo da una altitudine di 500 metri, arriva a toccare i 1200 su un versante e gli 800 sull’altro.

Il circuito è percorribile in auto e parzialmente in pullman, in quest’ultimo caso facendo attenzione all’abitato di Mozzio (826 metri s.l.m.), dove la strada provinciale si snoda a filo delle belle case in pietra all’interno del nucleo abitato, a Maglioggio, ad Alpiano e a Vegno.
Ma può essere percorso anche in bicicletta o a piedi, interamente – se siete buoni camminatori – o a tappe, frazione per frazione.

Per esempio, nei dintorni di Crodo, si possono visitare le installazioni di Rencio Inferiore, Molinetto, Bagni (tutte posizionate lungo la Strada Statale 659 in circa due chilometri) e poi Alpiano Superiore, Vegno ed Emo, nuclei abitati a poca distanza dalla strada principale.
Nel centro di Crodo, le installazioni (tra cui quella a cura del Ristorante Marconi e quella delle Macellerie Crosetti) sono sufficientemente vicine per permettere un giro a piedi per il paese, non dimenticando di ammirarne la parte antica, intorno a Piazza Pretura.

Da Crodo, salendo verso ovest, percorrete per tre chilometri circa la Provinciale 73, strada panoramica che consente il giro delle frazioni crodesi situate alle pendici del monte Cistella: nei dintorni di Mozzio la carreggiata è ritmata da una serie di fontane e lavatoi splendidamente allestiti da Smeglio (748 metri s.l.m.) al quartiere di San Giuseppe (850 metri s.l.m.). L’alternativa è avventurarsi per le belle mulattiere.
Proseguendo per circa un chilometro, a Viceno (895 metri s.l.m.) sono visitabili altre installazioni, nel parco giochi dell’Albergo Edelweiss, nella piazza del paese e all’interno del suggestivo Vecchio Borgo, tra cui quello del Bed&Breakfast Terrarara.

Tre chilometri vi separano ora da Foppiano (1217 metri s.l.m.), dove troviamo il presepe a cura dell’Albergo Pizzo del Frate: la strada comunale che vi conduce permette la visita di alcune altre installazioni in località Mondei (1070 metri s.l.m.) e Rovallo (1100 metri s.l.m.).
Ripercorrendo la strada in discesa fino a Viceno e dirigendovi verso Cravegna per un paio di chilometri, scoprirete da Campieno (873 metri s.l.m.) fino a Fariolo (772 metri s.l.m.) almeno una decina di altre imperdibili installazioni, realizzate con il coordinamento dell’Unione Sportiva Cravegna. Con un po’ di tempo a disposizione, si può lasciare la macchina e assaporare l’intero percorso a piedi (quattro/cinque chilometri).

Tornando verso Crodo e Domodossola per circa sei chilometri, tappe obbligatorie sono anche Braccio e Verampio, dove non dimenticate di ammirare l’eclettica Centrale Idroelettrica Ettore Conti di Piero Portaluppi prima di arrivare alla vasca dei pesci con presepe del Ristorante Pizzeria Campagna.
Infine, vale la pena di salire sul versante est della Valle per circa tre chilometri fino alla fontana di Cruppo – con il suo ponte d’ la gurva, risalente ai primi dell’Ottocento e sospeso a oltre 60 metri sul canyon del Rio Antolina – e fino al caratteristico lavatoio di Maglioggio, allestito dalla Locanda del Sasso con la creatività di Dalla credenza della nonna.

Il percorso può anche essere affrontato al contrario, ovvero proseguendo dal centro di Crodo sulla Strada Statale 659 fino al bivio per Cravegna e percorrendo la Strada Provinciale 73 in senso inverso, ovvero da Cravegna a Mozzio.

Scarica la nostra App ufficiale per Android!
Grazie alla realtà aumentata potrai viaggiare da un presepe all’altro senza il rischio di perderne neppure uno!

app_presepi

Per una pausa rifocillante durante la visita ai Presepi sull’acqua, nei nostri ristoranti potrete degustare i prodotti tipici a chilometro zero di questa porzione di Alpi: gli insuperabili formaggi (dal rinomato Bettelmatt al delizioso Grasso d’Alpe e ancora al tipico Ossolano), gli ottimi salumi e le carni genuine, che i ristoratori locali interpretano con ricette autentiche, in equilibrio fra tradizione e innovazione, insieme a pani, miele ed erbe nostrane.

Clicca sul bottone qui a fianco per scegliere tra i nostri ristoranti…

Se desiderate visitare Presepi sull’acqua con calma e dedicare alle splendide valli circostanti più giornate, prenotate la vostra stanza presso una delle strutture ricettive del nostro territorio. La calda accoglienza e la tranquilla atmosfera familiare, unite alla possibilità di godere di moderni centri benessere e spa, renderanno indimenticabile il vostro soggiorno in questi hotel e B&B, immersi in paesaggi ammantati dal bianco candore invernale.

Clicca sul bottone qui a fianco per maggiori informazioni su dove dormire.

Non avete trovato qui le informazioni che stavate cercando?
Siamo a vostra disposizione per rispondere ad ogni dubbio o richiesta!

Ufficio IAT Pro Loco Domodossola
P.zza Matteotti c/o Terminal Bus
tel. 0039 0324 248265
debora@prodomodossola.it
www.prodomodossola.it

Si ringraziano per le foto Nicola Frigoli, Romano Marra, Francesco Sisti.